Macchinari di attivazione superficiale

I rivestimenti PVD- PECVD sono influenzati dalle fasi di processo precedenti. Il pretrattamento è infatti necessario per ottimizzare l’adesione del rivestimento ed è molto importante per le caratteristiche meccaniche.
Per questa ragione, Protec può fornire gli impianti di attivazione superficiale necessari ai pre-trattamenti.

Gli impianti di attivazione superficiale possono essere di varie tipologie: automatiche, semi-automatiche o manuali.
Ogni impianto di attivazione superficiale è studiato appositamente per la preparazione dei manufatti prima del processo PVD. I prodotti possono essere attivati superficialmente già montati sui telai e posizionati successivamente all’interno della camera del sistema PVD/PECVD.

 Ogni telaio, a seconda della macchina di rivestimento PVD, ha diverse misure e per questo motivo, la Protec Surface Technologies, fornisce una soluzione di misura simile ed adeguata a ciascun impianto PVD/PECVD.
PST 770, PST 600 e PST250 sono i sistemi di attivazione superficiale che si adattano ai nostri macchinari batch.

Platone-texture
Attivazione superficiale

Caratteristiche

I nostri macchinari per il trattamento in PVD

I nostri macchinari per rivestimenti in PVD assicurano alta produttività, costi bassi e soluzioni innovative (Arco Catodico, Magnetron Sputtering, Plasma Beam Source, ecc.) sulla base dei tuoi bisogno.

 

Ultime news

Aggiornamenti e approfondimenti sulle ultime tecnologie sui rivestimenti in PVD e PECVD e sui nostri impianti.