Rivestimenti PVD: Physical Vapour Deposition

PVD – acronimo di Physical Vapour Deposition – è una tecnologia di rivestimento ad alto vuoto, rispettosa dell’ambiente, basata sulla deposizione di film sottili su diverse tipologie di materiali, in presenza di un plasma. Durante il processo, all’interno di una camera a vuoto, diversi metalli – come titanio, zirconio e cromo – sono vaporizzati e poi condensati sulla superficie del prodotto combinandosi con il gas di processo creando il rivestimento desiderato.

Il rivestimento PVD è particolarmente raccomandato per prodotti innovativi di alta qualità che richiedono eccellenti caratteristiche chimiche e tecniche (come alta durezza, resistenza all’abrasione, graffi e corrosione) e, allo stesso tempo, offre un’ampia scelta di colori. Ci sono due diverse famiglie di rivestimenti: rivestimenti PVD Tecnici e rivestimenti PVD Decorativi.

Rivestimenti PECVD e DLC

PECVD – acronimo di Plasma Enhanced Chemical Deposition – è un’altra tecnologia rispettosa dell’ambiente per le deposizioni di film sottili in alto vuoto.

Nel PECVD il materiale del rivestimento è contenuto nelle molecole (precursori) di gas o vapore; queste vengono dissociate dall’azione del plasma e il materiale diventa disponibile per la deposizione.

Ad esempio, un classico rivestimento effettuato con la tecnologia del PECVD è il DLC, Diamond Like Carbon.

Rivestimenti DLC

Il DLC è un rivestimento innovativo con alti legami di Carbonio SP3 (simile al diamante) dove il Carbonio proviene dalla dissociazione di un gas di idrocarburi.

Il DLC è usato in diverse applicazioni per accrescere, ad esempio, la resistenza all’abrasione. Inoltre, altre caratteristiche importanti sono l’alta durezza, il basso coefficiente di frizione e le alte performance in ambienti corrosivi. Ci sono diverse famiglie di rivestimenti DLC in base alle applicazioni.

Tecnologia

Tutte le macchine di Protec S.T. sono realizzate nel rispetto dei più alti standard di modernità ed efficienza, assicurando allo stesso tempo tecnologia innovativa e bassi costi di proprietà.

Protec S.T. ha conseguito un elevato know-how in merito ai processi di deposizione per molte applicazioni industriali, grazie al costante ed incessante lavoro del reparto R&D e all’esperienza diretta maturata coi clienti.

Grazie alla flessibilità delle nostre macchine, è inoltre possibile integrare diverse tecnologie.

  • Evaporazione ad arco catodico (CAE)

    Il processo dell’arco catodico è il più usato nei rivestimenti PVD. In questi processi una scarica a incandescenza si muove sulla superficie del metallo solido (target) causando l’evaporazione del metallo.
    Il metallo evaporato altamente ionizzato si combina con il gas di processo (in forma di plasma) per creare un deposito di film sottile su prodotti che ruotano all’interno della camera del vuoto. Il target CAE può essere circolare o rettangolare.

  • Magnetron Sputtering (MS)

    Con tecnologia MS, gli ioni accelerati di Argon impattano sul metallo solido (target) causando l’evaporazione del materiale mediante azione meccanica.
    Anche in questo caso il metallo evaporato può ricombinarsi con un gas di processo (in forma di plasma) per creare un deposito di film sottile sui prodotti che ruotano all’interno della camera da vuoto (sputtering reattivo). Ci sono diverse possibili configurazioni di Magnetron Sputtering: Balanced Magnetron Sputtering, Dual Magnetron Sputtering (DMS), Dual Pulsed Magnetron Sputtering, Unbalanced Magnetron Sputtering (UBM), RF Magnetron Sputtering, HIPIMS, ecc. a seconda della fonte di alimentazione e della configurazione del campo magnetico. La geometria dei target può essere planare, circolare o in alcuni casi anche cilindrica.

  • Plasma Beam Source (PBS)

    Il Plasma Beam Source è principalmente usato per i rivestimenti PECVD. Grazie a questa tecnologia, il plasma è più denso e più energetico per ottenere rivestimenti di alta qualità.

    Vantaggi del Plasma Beam Source:

    • Maggiori qualità e uniformità
    • Temperatura più bassa
    • Utilizzo di gas o vapori innovativi (precursori)
    • Rivestimenti meno tensionati e maggiore spessore possibile

    Maggiore velocità di rivestimento comparata al PECVD standard.